Tag:

Senato: Toninelli risponde a interrogazione sulla posizione del Governo sulla TAV

(FERPRESS) – Roma, 11 LUG – “Colgo ancora una volta l’occasione per evidenziare che tutta l’attività svolta finora dal Governo su questo tema ha lo scopo di tutelare gli interessi dei cittadini italiani rispetto a un rischio di sperpero del denaro pubblico, dando seguito a quanto previsto dal contratto di Governo e dalle mozioni con le quali le Camere hanno impegnato il Governo stesso”.

Inizia così la risposta del ministro dei Trasporti Danilo Toninelli all’interrogazione dei senatori Urso e Ciriani sulla posizione del Governo dopo un anno di analisi sul rapporto tra costi e benefici sul progetto TAV e su come intenda evitare che l’Italia perda questa straordinaria occasione di progresso e di sviluppo.

“A proposito di quanto richiestomi dagli interroganti posso riferire che non c’è stato alcun “ultimatum” da parte dell’Unione europea in quanto, come più volte ricordato – dice ancora Toninelli – la costruzione di un’opera che appare vecchia ancora prima di essere nata era già ampiamente in ritardo rispetto ai tempi prefissati negli accordi e nelle previsioni che regolano i finanziamenti europei già prima dell’insediamento di questo Governo e di come la sua realizzazione abbia posto valutazioni di opportunità che richiedono di essere discusse approfonditamente in sede intergovernativa;

come riportano gli stessi interroganti, infatti, della cifra che sarebbe stata stanziata per il progetto in questione, ammontante a circa 800 milioni di euro per il ciclo di investimenti in via di conclusione, solo una piccola parte è stata già versata, pari per l’Italia non a 120 ma a circa 66 milioni di euro;

le interlocuzioni con l’Agenzia esecutiva per l’innovazione e le reti della Commissione europea rientrano nell’ordinaria dialettica relativa alla realizzazione dei programmi di competenza; in questo caso gli impegni e le scadenze su cui il Governo manifesterà la propria posizione prevedono il coinvolgimento diretto della Presidenza del Consiglio e del Primo Ministro francese sulla base degli impegni assunti dalla società bi-nazionale TELT con la sua nota del 7 marzo scorso;

per quello che attiene le mie competenze non posso quindi che ribadire, anche all’esito di un’analisi costi benefici che condanna l’opera, che l’impegno fin qui assunto e il lavoro fin qui svolto in questo ambito sarà quindi finalizzato dalla Presidenza del Consiglio, in rappresentanza del Governo nella sua collegialità, a preservare l’interesse dello Stato italiano e il miglior uso delle risorse pubbliche”.

 

 

 

 


Pubblicato da COM il: 11/7/2019 h 16:41   -   Riproduzione riservata 
 

Commenti disabilitati su Senato: Toninelli risponde a interrogazione sulla posizione del Governo sulla TAV

Commenti disabilitati.