Tag:

Il Gruppo FS vende a BNP Paribas Real Estate il primo lotto di aree di Roma Tiburtina

(FERPRESS) – Roma, 20 OTT – Il Gruppo Ferrovie dello Stato Italiane ha venduto a BNP Paribas Real Estate un’area di 7.300 metri quadri posizionati a Roma sul lato Pietralata della Stazione Tiburtina.

Alla  conferenza stampa di presentazione dell’iniziativa erano presenti Luigi Abete, Presidente BNL, Fabio Gallia, Amministratore Delegato BNL, Mauro Moretti, Amministratore Delegato del Gruppo FS Italiane, Cesare Ferrero, Amministratore Delegato di BNPP RE Italia, e Carlo De Vito, Amministratore Delegato di FS Sistemi Urbani. E’ intervenuto il Sindaco di Roma, Gianni Alemanno.

L’area in oggetto, caratterizzata da una recente profonda trasformazione strettamente legata alla realizzazione della nuova stazione Alta Velocità e non più funzionale alle attività ferroviarie, è di proprietà di RFI.

“La vendita di queste aree – si legge in un comunicato di FS – è avvenuta con una gara bandita da Ferservizi (Gruppo FS Italiane) con il contributo di FS Sistemi Urbani (Gruppo FS Italiane), la società impegnata nella valorizzazione del patrimonio immobiliare di FS non funzionale all’esercizio ferroviario. Questa prima operazione di valorizzazione immobiliare contribuisce a coprire economicamente in autofinanziamento la prima tranche degli interventi realizzati per la nuova Stazione AV (valore complessivo 155 milioni di euro), in corso di ultimazione da parte di Rete Ferroviaria Italiana”.

Le aree fanno parte del primo lotto edificabile di Roma Tiburtina. Sono adiacenti al nuovo atrio della Stazione, lato Pietralata, in prossimità del futuro comprensorio SDO (Sistema Direzionale Orientale) e sono identificate con i Comparti edilizi C4, parte Sud, e C5. Il lotto ha un’estensione di 7.300 metri quadrati, a cui è attribuita un’edificabilità complessiva di 43.800 mq. Le destinazioni d’uso previste dal Piano di Assetto urbanistico sono prevalentemente di tipo direzionale e, in minor parte, commerciale.

Il lotto è parte di un’area di 92 ettari, che per due terzi è di proprietà di Ferrovie dello Stato Italiane e per un terzo di Roma Capitale. Un ampio spazio che sarà completamente trasformato, determinando un processo di valorizzazione dei quartieri Nomentano e Pietralata, con notevoli benefici in termini di trasporto e ambiente. La nuova stazione AV e gli interventi di edilizia privata sono inseriti in un contesto territoriale di nuove aree a verde per oltre 10 ettari, attrezzate con servizi culturali, sociali, sportivi e ricreativi.

Le superfici sono parti integranti di un nodo infrastrutturale di importanza strategica per la città grazie all’interscambio modale a livello urbano, regionale, nazionale ed internazionale: da un lato la nuova stazione AV di Roma Tiburtina, che sarà inaugurata a fine novembre 2011, dall’altro la Nuova Circonvallazione Interna. L’arteria stradale, progettata e costruita da Rete Ferroviaria Italiana per conto di Roma Capitale, nell’ambito del nuovo assetto urbanistico di Roma Tiburtina, collegherà, tra l’altro, Batteria Nomentana all’autostrada A24, rivoluzionando il sistema viario del quadrante Est.

Il Piano di promozione edilizia di FS Italiane, nell’ambito del Piano urbanistico di Roma Capitale proseguirà con la vendita dei restanti 110.000 mq di capacità edificatoria suddivisi in cinque lotti. Sul fronte Piazza Bologna sono previsti interventi per edilizia con destinazione direzionale, commerciale e alberghiera, mentre sul fronte Pietralata saranno realizzati anche interventi per edilizia culturale, ricreativa e sportiva, oltre a direzionale e commerciale.

L’offerta presentata dal Gruppo BNP PARIBAS è finalizzata alla realizzazione della nuova sede centrale di BNL e prevede la costruzione di un edificio con una superficie costruita di complessivi 67.000 mq, di cui 20.000 interrati e  47.000 esterni.

La struttura sarà in grado di ospitare fino a 3.800 postazioni di lavoro, spazi complementari dedicati alla vita sociale e aziendale quali aree per incontri e meeting, per la formazione, nonché ristorante aziendale, garage, palestra e asilo nido. L’immobile verrà costruito secondo i più elevati standard funzionali ed energetici, che consentono di ridurre, in misura sensibile rispetto alla situazione attuale, l’impatto ambientale e i costi di gestione.

L’acquisto del terreno si perfezionerà entro il mese di settembre 2012, con il completamento dell’iter urbanistico e il rilascio dei titoli edilizi. Per la realizzazione si prevedono circa 24 mesi dall’avvio dei lavori di costruzione.

Per ragioni legate allo sviluppo e all’evoluzione della banca negli anni, nel 2013 si celebrerà il centenario dalla fondazione, BNL ha oggi una presenza articolata su ben 8 siti in varie aree della città, che vanno dal quartiere Ludovisi, alla Piramide, all’Eur, al quartiere Aurelio. L’area individuata presenta numerosi vantaggi in quanto si trova in una zona centrale, dove sorgerà la stazione per i treni ad alta velocità che agevolerà il collegamento tra le sedi di Milano, Torino, Bologna, Firenze e Napoli. Inoltre, è fuori dalla ZTL ed è collegata con importanti assi viari e autostradali della città, con la metropolitana e direttamente con l’aeroporto di Fiumicino. Infine,  con questo investimento, l’area della Tiburtina avrà un forte potenziale di rivalutazione nel tempo, anche grazie all’impatto e all’indotto generato dalla nuova sede di BNL.


Pubblicato da AB il: 20/10/2011 h 15:05   -   Riproduzione riservata 
 

Commenti disabilitati su Il Gruppo FS vende a BNP Paribas Real Estate il primo lotto di aree di Roma Tiburtina

Commenti disabilitati.